FROM SILICON VALLEY TO GANJA BUSINESS

[ITA] Il business della marijuana legale in California ha attratto proprio tutti. E come dargli torto?

Anche un ex manager della Microsoft ha pensato di cavalcare  l’onda con un grandioso progetto: creare negozi e rivenditori autorizzati e automatici dove poter trovare le varietà di indica e sativa più ricercate. Immaginate: James Shively, il nostro eroe quaranticinquenne, un bel giorno si sveglia e dice “Ma cazzo, perché continuare a inventare nuove tecnologie e programmi sempre più sofisticati quando con la marijuana posso fare una barca di soldi, come un’azienda privata che fattura annualmente e che viene regolarmente tassata dallo Stato?”.

Molto probabilmente andò proprio così: la Diego Pellicer è la prima compagnia di vendita al dettaglio di marijuana, principalmente nello stato di Washington e nel Colorado, stati in cui un referendum dell’anno scorso ha permesso l’utilizzo ricreativo della pianta.

Il passo successivo (per ottimizzare il profitto) consisterebbe nell’esportare la cannabis  a sud,  in Messico per esempio, che è la terra del rapporto qualità-prezzo è più vantaggioso. Per ora legalmente questa procedura è infattibile (intanto il nostro James ha catturato l’attenzione e l’appoggio dell’ex presidente messicano, Vicente Fox, il quale è estremamente a favore del mercato legale della ganja, inteso come lotta al narcotraffico, che in Sud America ha  seminato migliaia vittime negli ultimi anni).

L’ex manager è un “nipote d’arte”: suo nonno nell’800 svolgeva il compito di funzionario del governo nelle Filippine, ed era il più grande coltivatore di marijuana al mondo. Quando si dice tramandare una passione, sapete..

Il business di Shively è quotato attorno al milione e mezzo l’anno soltanto nei due stati già citati;  l’azienda promette di offrire prodotti di altissima qualità per un pubblico sia di fumatori “colti”, ( i quali saprebbero apprezzare appieno il brand Pellicer), sia di fumatori novelli, che si approcciano per la prima volta al mondo della cannabis.

Di certo il modo di agire e di pensare dell’imprenditore californiano è distante dai canoni dell’imprenditore medio europeo, il quale considera la marijuana ancora un tabù. E pensare che in ballo ci sono un sacco di soldi.

[ENG]Image

Legal marijuana business in California has attracted everyone.

A Microsoft former manager  has developed a super big project :

He established stores and automatic machine, authorized dealers where you can find all varieties of indica and sativa you want. You have just to think of the image: James Shively, our hero 45 y.o., one day he wakes up and says, ” Man, shit , why have I to continue to invent new technologies and more sophisticated programs. With marijuana I can make a lot of money, as a private company taxed by the state ? ” .

Most likely that’s what happened : Diego Pellicer is the first company retail marijuana , primarily in the state of Washington and Colorado, tanks to the referendum (one years ago) that aprooved recreational use of the plant.

The next step is to export it in Mexico, where the value is more beneficial; but for now this procedure is legally infeasible (while our James has captured the attention and support former Mexican President , Vicente Fox , who is extremely pro-market legal weed: the drug trade in South America has already killed a lot of people in recent years) .

Former manager’s grandfather in ‘800 was government official in the Philippines and also the largest grower of marijuana in the world. When you say pass on a passion , you know ..

The business of Shively is listed about a million and a half year only in the two states , and the company promises to offer the highest quality products to an audience of “cultured ” smokers (who would know to fully appreciate the brand Pellicer ) and another public called novel smokers, which know for the first time to the world of cannabis.

Of course, the way of acting and thinking Californian entrepreneur is distant from the canons of the  European business men average , which considers marijuana still a taboo. A lot of money available is not enough to break clichés.

(H.)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s