Medical Ganja in UK – The Story of C

Il regno unito ha finalmente aperto le porte all’utilizzo medico della cura “tout-à-faire” più amata del pianeta. A renderlo noto è The Daily Smoker, giornale online olandese.

Grandioso no? Ora tutti coloro che avanzeranno la ricetta per avere fantastiche cime di ganja medica saranno accontentati e vedranno finalmente i loro dolori arginarsi in modo totalmente sicuro e legale.

Ma procediamo con calma, perché vi voglio parlare oggi di C.c, trentatreenne residente fuori Londra, impiegato da anni nel mondo del commercio. I suoi problemi sono iniziati all’età di tredici anni quando fu aggredito e picchiato; in seguito, a 18 anni, subì una grave lesione spinale. Inoltre iniziò a manifestare dolore cronico che si concretizzò nella sciatica, una malattia degenerativa della colonna vertebrale. Più recentemente gli è stato diagnosticato un adiposi dolorosa , nota anche come malattia di Dercum, la quale produce tumori sulla spina dorsale che possono diffondersi in altre parti del corpo . Gli è stato prescritto il solito cocktail di oppiacei e di altri antidolorifici incluso il fentanil , tramadolo e baclofen . Ha sviluppato solamente una forte emicrania analgesica a causa del gran numero di antidolorifici che prendeva e doveva anche sottoporsi a iniezioni di nervi cranici nel cranio per cercare di affrontare il dolore . Aveva usato la cannabis occasionalmente in passato scoprendo che le dava un enorme sollievo, senza effetti collaterali, a differenza delle altre cure regolarmente prescritte .

Fortunatamente , il medico di C aveva compreso quale fosse la sua unica medicina e rapidamente si rese conto dell’enorme beneficio. Grande merito va riconosciuto a questo eroe finora non celebrato che ha preso in cura il suo caso per studiare tutte le opzioni disponibili. Ha determinato così che il Sativex non era la risposta, a causa del costo elevato e a causa della difficoltà nel farlo arrivare per posta. Inoltre, la sua natura è quella di rallentare l’assorbimento dei cannabinoidi da parte del sistema e quindi non può essere efficace come fumare o vaporizzare la cannabis. Alla fine , è stato il medico di C che ha studiato e ha raccomandato un prodotto Bedrocan . Così Clarence ottenne una prescrizione per Bedrobinol (12 % THC < 1 % del prodotto CBD di Bedrocan ). A suo nome il dottore ha presentato una domanda a titolo di importazione personale al Ministero degli Interni.

Così , equipaggiato con la prescrizione e la copia della corrispondenza con il Ministro degli Interni, C partì, sostenuto dalla sua compagna. Volati a Schiphol e dopo una breve visita ad un Coffeeshop di Amsterdam presero il treno per la città settentrionale di Groningen dove avevano già preso accordi con una farmacia.

La coppia, dopo la procedura burocratica prevista, dopo aver dichiarato la medicina in dogana, dopo che tutte le 18 vasche contenti 5 grammi ciascuna venissero esaminate, autorizzata a procedere, è ritornata dal Regno Unito in Olanda con 90 grammi di marijuana medica Bedrocan, prescritti dal suo medico di famiglia nel Regno Unito.

La coppia è tornata sana e salva nel Regno Unito. Ironia della sorte sono stati fermati alla dogana di Schiphol prima di salire ma non c’era alcun interesse per la medicina , solo in un barattolo di senape olandese che non potevano esportare ed è stato sequestrato! E gli agenti doganali si sono complimentati con Clear per aver mostrato subito la documentazione adeguata, evitando così un sacco di problemi inutili.

Quindi se l’obbiettivo di C è andato a buon fine, molti altri malati che da tempo desiderano la loro cura personale alle proprie sofferenze potranno condurre una procedura simile senza pericolo di condanna.

(english version here)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s