Italy outdoor, Italy indoor, Italy like 1993

Image

[ita]
Indoor o Outdoor ? – pensateci bene cari ganja smokers, perché se le cose procedono in questa direzione presto le “paranoie da coltivazione” potrebbero scomparire. Ormai già lo sappiamo che il 12 febbraio la Fini-Giovanardi è stata dichiarata incostituzionale dalla Consulta. E ora torniamo al 1993, con la legge Iervolino Vassalli, che non esprime sicurezza, ma che parla almeno di distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti. La coltivazione in teoria resta punita – ma se le forze dell’ordine facessero irruzione nella vostra casa e trovassero una pianta di marijuana, sarebbe difficile rischiare il carcere. Basterebbe dimostrare che si tratti di uso personale, (insomma non si può possedere una piantagione) – Se negli ultimi anni in molte  regioni d’Italia sono stati innumerevoli i casi di assoluzione a causa di autoproduzione di cannabis, allora quale giudice nel 2014 a fronte dei cambiamenti dettati da Usa e Uruguay, da Spagna e Portogallo potrebbe incarcerare un consumatore-coltivatore? Mai dire mai, in quanto l’Italia è famosa per le contraddittorietà paradossale, ma le particelle che porteranno alla legalizzazione della cannabis, sono in movimento e come dice Vendola, del Sel, questo è il momento. Intanto Giovanardi, che definisce la Consulta come ‘demolitrice della giustizia’, sta probabilmente mangiandosi il fegato, magari sta bevendo bicchieri di vino (legali) per dimenticare quante persone ha messo in carcere. Per esultare è presto, ma senza dubbio ora tutto sta tornando al proprio posto – eroina e cocaina divise dalla ganja. Chimica e natura si separano, nuovamente.

[eng]

Indoor or Outdoor – the italian ganja smokers have to think about it, ’cause things are changing: paranoia of cultivation is disappearing. The 12th of february the Constitutional Court declared that the current law Fini-Giovanardi is uncostitutional. And now we are coming back in 1993, with the Iervolino-Vassalli law, which considers and santions hard and soft drugs differently. Cannabis’ cultivation in theory is still prohibited, but if a cop entered in your home, finding just one plant, you can’t be imprisonned if you demonstrate that you are keeping drugs for personal use. In the last few years, in Italy there have been a lot of cases of assolution for cannabis’ auto-production. So: what kind of judge would condemn a consumer-cultivator, after all the changes occurred in Usa and Uruguay?  Never say never, since Italy is famous for its political paradoxes. Too early to pledge, but without any doubt everything is going back to its own place: cocaine and heroine are not considered as dangerous as ganja anymore. Chemistry and nature have been separated again.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s