CANAPAMUNDI, HEMP IN ROME – LA PRIMA FIERA DELLA CANNABIS A ROMA

Canapamundi è la prima fiera dedicata alla canapa che si svolgerà nella capitale d’Italia. Si tratta di un risultato importante, di un piccolo passo verso la rottura di preconcetti e clichés; è il frutto dell’unione tra esperti coltivatori, industrie e affezionati al mondo della cannabis – in tre giorni, dal 20 al 22 febbraio presso il Pala Cavicchi di via Bandinelli, si parlerà di medicina, di industria e di antiproibizionismo; decine di espositori daranno vita a un contesto libero e innovativo.  Per un’anteprima della manifestazione, Underground Cannabis ha intervistato Silvio Saraceni, presidente dell’associazione Tuanis, nonchè organizzatore dell’evento.

Come nasce il progetto Canapa Mundi? In cosa consistono gli obiettivi?

Nasce dall’incontro di persone appassionate alla canapa, con attività nel settore e desiderose di

diffondere conoscenza e cultura riguardo questa pianta preziosa. Tra gli obiettivi c’è il tentativo di

creare momenti di scambio e incontro tra gli operatori del settore, gli appassionati, la cittadinanza.

Cosa troverà il visitatore che entrerà al Pala Cavicchi?

Un grande spazio suddiviso in vari ambienti, pieno di stand di espositori da tutta europa,

associazioni culturali e di settore, informativi. Banche di semi, coltivazione, articoli per fumatori,

ristorazione a tema e tanto altro.

Risulta complicato organizzare una manifestazione sulla canapa in Italia? Come si pone la classe politica?

Non abbiamo avuto particolari problemi, quei pochi politici e amministratori con cui abbiamo avuto

a che fare si sono dimostrati abbastanza interessati e disponibili.

Quali sono le vostre previsioni per quanto riguarda la legalizzazione della cannabis a scopo

ricreativo in Italia? 

Nonostante sarebbe una cosa di buonsenso, con conseguenze e ricadute positive su vari aspetti

della società e dell’economia, come dimostrano le leggi approvate in Uruguay e alcuni stati

nordamericani, in Italia dominano ancora la paura e l’ignoranza. Ci vorrà del tempo, ma è un

cambiamento ineludibile che prima o poi avverrà anche nel nostro paese.

Quali gli sviluppi futuri della fiera?

Per gli sviluppi futuri .. ne riparliamo dopo questa prima edizione!



logo-canapa-mundi-definitivo-150x150

Canapamundi is the first Rome’s exhibition dedicated to hemp. This is an important result, a small step toward breaking of preconceptions and clichés; it is the union between expert growers, industries and aficionado to the world of cannabis – in three days, from 20 to 22 February at the Pala Cavicchi, via Bandinelli,  there will be debates about medicine, industry and anti-prohibition; then dozens of exhibitors will create a context free and innovative for the italian standards. For a preview of this event, Underground Cannabis interviewed Silvio Saraceni, president of the associations called Tuanis, and Canapamundi creator.

How did the project Canapa Mundi start? 

Canapamundi was born thanks to some people passionate to hemp, eager to

spread knowledge and culture about this precious plant. We attempt to

create opportunities for  the industry, fans and citizenship.

What will the visitor who comes to the Pala Cavicchi?

A large space divided into various rooms, full of stands and exhibitors from all over Europe,

cultural associations,  Seed banks,stuff for cultivation, articles for smokers,

munchies, kitchen and more.

What about to organize a cannabis fair in Italy? How does the political class react?

We had no particular problems, we talk with few politicians and administrators and they were sufficiently interested and available.

What are your predictions regarding the legalization of recreational cannabis in Italy?

Although it would be a thing of common sense, with positive consequences and effects on various aspects of the

society and the economy, (as shown by the laws passed in Uruguay and in Us), in Italy  the fear and ignorance still dominate. It will take time, but it is a change inevitable that sooner or later it will happen in our country.

What the future developments of the fair?

We will talk about it after this first edition!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s